Numero verde 800912361
Numero Verde 800 912361
divider

Impianto dentale (tutto dalla A alla Z)

separator

Impianto dentale. Tutto ciò che devi sapere

Tutto ciò che devi sapere sugli impianti dentali

L ’impianto dentale consente la sostituzione, di uno o più elementi dentari persi, con delle “radici artificiali” in titanio che, mediante un processo biologico che prende il nome di osteointegrazione, permette l’applicazione di una protesi fissa.

Impianto dentale storia

Dal 1952, anno in cui il Prof. Branemark fece questa scoperta, ad oggi l’industria e la ricerca hanno prodotto impianti dentali con morfologie e superfici di rivestimento così innovative da garantire risultati sempre più affidabili a tal punto da consentirci di ridurre anche il tempo di attesa che intercorre tra il momento in cui viene inserito l’impianto dentale e quando questo viene collegato alla protesi dentaria; si è passati, infatti, dai 6-8 mesi dei vecchi protocolli, al giorno stesso (carico immediato) 2-3 mesi per quelli attuali.

Cos’è un impianto dentale?

Impianto dentale sostituisce la radice

Un impianto dentale è una piccola vite in titanio progettata per sostituire la radice di un dente naturale mancante.

Gli impianti dentali sono inseriti nell’osso laddove prima c’erano i denti naturali.

Grazie alla biocompatibilità del titanio, l’impianto dentale si integra perfettamente con l’osso e diventa un buon punto di ancoraggio per il dente sostitutivo (corona).

Cosa fare quando manca un singolo dente?

Protesi fissa su impianto dentale

Ci sono tre possibilità per rimpiazzare un dente singolo:

1. Una protesi parziale rimovibile

2. Un ponte sui due denti contigui limati

3. L’impianto dentale che fornisce il supporto per una corona fissa in ceramica

Le prime due soluzioni un tempo erano quelle più utilizzate adesso, invece, sono state soppiantate nella quasi totalità dei casi dall’implantologia. Qui sotto sono stati inseriti due impianti  e due capsule sui due incisivi laterali superiori senza toccare in alcun modo i denti attigui.

Cosa fare quando mancano alcuni denti?

Ponte su impianto dentale

L’assenza di più di un dente può essere risolta con il posizionamento di alcuni impianti dentali in punti strategici in maniera tale che diventino i pilastri necessari alla realizzazione di un ponte fisso. Tale metodica evita di limare i denti sani per eseguire un ponte tradizionale su denti naturali. Un altro vantaggio degli impianti rispetto alla protesi fissa tradizionale è dato dal fatto che la presenza della vite blocca il riassorbimento osseo.

Nel caso illustrato qui sopra, i tre denti mancanti sono stati rimpiazzati da un ponte su due impianti (anziché tre) posizionati alle estremità della zona edentula. Il ponte può essere realizzato in metallo ceramica o zirconia ceramica (metal free) cioè completamente bianco in quanto priva di struttura metallica.?

Cosa fare quando mancano tutti i denti?

Quando per svariati motivi per esempio carie o piorrea vengo a mancare tutti o quasi i denti naturali l’alternativa alla protesi mobile è rappresentata dall’inserimento di 4 o 6 impianti distribuiti su tutta l’arcata su cui viene poi avvitata una protesi fissa.

impianto dentale

 

Cos’è l’implantologia INDOLORE senza punti sutura?

E’ possibile inserire gli impianti utilizzando una tecnica che non prevede l’incisione delle gengive ed i punti di sutura; è una tecnica che può ridurre il dolore post operatorio a ZERO.

implantologia senza incisioni

Le tecniche implantari tradizionali prevedono l’inserimento degli impianti dopo aver inciso e scollato le gengive. In questo modo l’implantologo vede l’osso residuo dal vivo e decide solo in quel momento la qualità, la forma e il numero degli impianti da mettere.

L’implantologia indolore, invece, studia la TAC 3D (Tac tridimensionale) e grazie ad alcuni software dedicati stabilisce il numero e il tipo di impianti da inserire prima di intervenire direttamente sul paziente.

Grazie all’uso di una dima e utilizzando una normalissima anestesia locale vengono applicati gli impianti (precedentemente selezionati) senza incidere e scollare le gengive laddove c’è l’osso individuato nell’analisi digitale preliminare della TAC . In questo modo i dolori, lividi e gonfiori post operatori sono ridotti al minimo.

Il video qui sotto riassume i concetti appena descritti:

 

Inoltre, gli impianti inseriti con questa metodica consentono la realizzazione di una protesi fissa più bella e funzionale di quelle fatte con le metodiche tradizionali anche dove c’è poco osso residuo.

I denti fissi su impianti possono essere consegnati dopo 24 ore dall’intervento

 

Zirconia ceramica o metallo ceramica?

Mentre in passato sugli impianti dentali si potevano eseguire solo capsule in ceramica con un’anima metallica, negli ultimi anni sono stati introdotti materiali innovativi che consentono di utilizzare capsule in ceramica integrale, in zirconia ceramica o in disilicato di litio, prive cioè di metallo. Questi materiali lasciano passare la luce così come fanno i denti naturali.

Protesi zirconia su impianto dentale
Nel caso degli impianti dentali, per aumentare la resa estetica, oltre alle corone senza metallo oggi ci sono anche i monconi artificiali bianchi; questi si avvitano sugli impianti e al di sopra si cementa il ponte dentale.

moncone zirconia su impianto

Nella foto sopra abbiamo a sinistra un moncone bianco in zirconia avvitato su un impianto in titanio e due monconi di denti naturali. Come potete vedere tra il moncone artificiale e il moncone del dente naturale non si nota alcuna differenza; a destra, invece, abbiamo due monconi tradizionali in metallo avvitati su due impianti in titanio.

zirconio ceramica

In questa foto sui monconi bianchi presenti nella foto sopra a sinistra sono state cementate delle corone (free metal) in zirconia ceramica.

La combinazione di monconi artificiali bianchi con le corone in ceramica integrale è ciò che prediligiamo nella nostra routine.

 

Quali sono le componenti dell’impianto dentale?

La protesi fissa su impianti consta di quattro elementi:

a) la corona che può essere in metallo ceramica o in zirconia ceramica

b) la vite che unisce il moncone all’impianto

c) il moncone che può essere in metallo o in zirconia (free metal)

d) impianto dentale in titanio che si inserisce nell’osso.

Corona avvitata o cementata su impianto dentale?

Esistono due modi per inserire le corone sugli impianti dentali:

  1. Corona avvitata
  2. Corona cementata

Con il primo metodo il legame fra l’impianto e la corona avviene tramite una vite passante. Nel secondo metodo il legame viene assicurato attraverso l’uso di cementi. Entrambi i metodi sono validi e sta al dentista decidere quali dei due utilizzare.

L’età avanzata rappresenta un problema per l’inserimento degli impianti dentali?

Non esiste un limite di età. Un paziente può affrontare l’implantologia dentale a qualsiasi età, visto che i meccanismi di guarigione sono i medesimi, indipendentemente dall’età del paziente.

Ho sentito parlare di impianto post estrattivo e carico immediato: cosa sono?

In alcuni casi soprattutto nelle zone ad alta valenza estetica è possibile inserire l’impianto dentale nella stessa giornata in cui viene tolto il dente naturale (impianto post – estrattivo) e applicata immediatamente la protesi dentaria provvisoria (impianto dentale a carico immediato). In questo modo il paziente non avrà alcun problema estetico anche nella fase transitoria (2-3 mesi) necessaria per l’osteointegrazione dell’impianto dentale. La protesi dentaria fissa definitiva viene applicata mediamente due-tre mesi dopo l’inserimento dell’impianto dentale.

La tecnica del carico immediato viene eseguita nelle zone ad alta valenza estetica come per esempio gli incisivi centrali e nel caso di riabilitazioni implanto-protesiche su tutta l’arcata.

Con POCO OSSO cosa posso fare?

L’osso può essere ricostruito mediante tecniche rigenerative, ma la novità degli ultimi anni è quella offerta dalla moderna implantologia indolore computer assistita di cui abbiamo parlato.

Se vuoi saperne di più? Visita questa pagina: implantologia con poco osso

Guarda alcuni casi trattati con successo

.

Cosa dovrò fare per prendermi cura dei miei impianti dentali?

L’impianto dentale deve essere curato e controllato regolarmente, proprio come i denti naturali. Utilizzate spazzolino, filo e scovolino raccomandato dal dentista e andate spesso a controlli presso il vostro studio dentistico seguendo una certa periodicità.


Link correlati


Come posso fissare un appuntamento?

Ci contatti per un appuntamento ad uno dei seguenti recapiti telefonici: +39 080.3483891 (Gioia del Colle – Bari);+39 320.7513223 (Taranto e Lecce);  numero verde800.912361. Oppure compili gentilmente i campi qui sotto, in modo da avere le necessarie informazioni per contattarla nel più breve tempo possibile e fissare il suo appuntamento con il nostro studio. Nel corpo del messaggio, se vuole, specifichi il suo problema e le eventuali richieste terapeutiche. Grazie.

Il tuo nome*

Il tuo cognome*

La tua email*

Il tuo telefono cellulare*

Città*

Scegli la sede dello studio*

Preferenza giorni in cui possiamo contattarla
Qualsiasi giornoLunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdì

Preferenza orario in cui possiamo contattarla
Qualsiasi orario09:00 - 12:0012:00 - 15:0015:00 - 17:0017:00 - 19:00

Richiesta appuntamento: il tuo messaggio

, accetto la privacy policy di questo sito*

, desidero ricevere ulteriori informazioni in merito alla richiesta*

*campi obbligatori



separator

Condividi

Studio Dentistico Resta located at Via Dante Alighieri, 78 , Gioia del Colle (Bari), Puglia . Reviewed by 15 Recensioni rated: 5 / 5