CHIAMACI ORA

Siamo a Gioia del Colle (Bari) e a Martina Franca (Taranto)

Numero Verde 800 912361
divider

Parodontite: cura Laser

separator

cure per parodontite

Parodontite? Ecco cos’è

La parodontite è una malattia polimicrobica (causata da più batteri) del parodonto cioè dell’apparato di sostegno del dente, gengiva e osso che, se non fermata in tempo, può portare alla perdita dei denti.

La parodontite può iniziare con un’infiammazione delle gengive (gengivite) per poi progredire fino ad interessare l’osso all’interno del quale è contenuto il dente.

Periodontite

Parodontite sintomi

I primi segni visibili della parodontite sono:

  • Sanguinamento gengivale durante lo spazzolamento
  • Recessioni (gengive che si ritirano lasciando scoperte le radici) con aumento della sensibilità al caldo e al freddo
  • Suppurazione (presenza di pus)
  • Lieve mobilità dentaria

Attenzione: la parodontite iniziale è estremamente subdola! Solo il dentista, con una sonda parodontale e una radiografia, può diagnosticare la malattia quando ancora il paziente non si è reso conto di averla.

Se la malattia parodontale non viene curata la patologia si aggrava e il ritiro delle gengive diventa sempre più importante.

In questi casi si aggiungono altri segni e sintomi:

  • sanguinamento spontaneo
  • aumento del ritiro della gengiva
  • maggiore mobilità dentaria
  • diastemi (spazi tra i denti)
  • apparente “allungamento” dei denti
  • gengive gonfie, arrossate e dolenti
  • ascessi ripetuti
  • alitosi importante
  • perdita spontanea dei denti nei casi più avanzati (piorrea)

Si ricorda però che per fare diagnosi di malattia parodontale non basta avere questi sintomi ma è necessaria una visita e un parere medico.

Fai il TEST di autodiagnosi per la parodontite



Parodontite cause

Le cause principali che determinano la parodontopatia sono la placca batterica (1) il tartaro sopra e sotto gengivale (2) il fumo di sigaretta (3), la familiarità e predisposizione genetica (4) e le otturazioni e/o protesi incongrue (5)

parodontite it

Cause psicologiche della parodontite

Alcuni studi scientifici hanno individuato in stress, ansia e depressione, fattori di rischio per l’insorgenza della paradontosi. Lo stress può infatti generare nell’individuo una serie di risposte fisiologiche negative che, in sintesi, andrebbero ad alterare le difese immunitarie dell’organismo.

In quanto tempo insorge la parodontite?

La parodontite si manifesta generalmente in età matura e ha un decorso lento nel tempo, ma talvolta può anche colpire il giovane adulto (forma aggressiva o rapidamente progressiva); in tal caso il decorso è più rapido.

Cosa sono le tasche gengivali?

levigature dentiSe l’infiammazione del parodonto persiste e diventa cronica ne consegue il distacco delle gengive dal dente e la formazione delle cosiddette “tasche gengivali” (sacche dentali o sacche gengivali). Le tasche fungeranno da ricettacolo per tartaro sottogengivale e batteri.

Nella strenua lotta tra tossine batteriche e difese immunitarie, chi ci rimette è l’osso alveolare, che si riassorbirà progressivamente in altezza fino a lasciare scoperto il dente. Di conseguenza, il dente senza osso intorno inizierà a mobilizzarsi fino alla caduta, in assenza di opportuna diagnosi e cura.

Perché i denti si muovono?

I denti che si muovono insieme alle gengive che si ritirano e al sanguinamento gengivale sono i sintomi che più allarmano i pazienti facendo subito pensare alla parodontite. Questo accade perché i batteri aggrediscono e infiammano l’apparato di sostegno del dente (legamento parodontale, gengiva e osso).

Il dente mobile può tornare stabile se la parodontite viene diagnosticata e curata in tempo.

La mobilità dentaria nella maggior parte dei casi è attribuibile alla parodontite ma alcune volte può anche essere dovuta ad un problema endodontico (dente da devitalizzare) o all’eccessivo digrignamento dei denti motivo per cui è importante che la diagnosi sia fatta, durante la visita, da un dentista esperto in parodontite.

Denti che si muovono rimedi. La maggior parte delle volte la terapia per il dente che si muove è la stessa per la cura paradontite; negli altri casi, invece, dipende dalla diagnosi che viene effettuata. Se l’origine della mobilità è un problema endodontico si deve procedere con la devitalizzazione e se il dente che si muove è a causa di un eccessivo digrignamento va curato il bruxismo.

Gengivite

La gengivite è una semplice infezione della gengiva facilmente trattabile. I sintomi sono semplici da riconoscere in quanto la gengiva sanguina durante lo spazzolamento dei denti; in alcuni casi può essere gonfia e leggermente dolente. È difficile distinguere una gengivite (infezione gengiva) da una parodontite allo stadio iniziale pertanto la diagnosi differenziale può farla solo il dentista.

Gengive ritirate e gonfie

parontite

Per retrazione gengivale s’intende quel processo per cui le gengive “scappano” in direzione della radice del dente. E’ un segnale importante insieme alle gengive gonfie che potrebbe indicare l’inizio di una parodontite.  In alcuni casi però questa sintomatologia potrebbero essere il segno di problemi più facilmente risolvibili (vedi qua) come ad esempio la gengivite o l’ascesso dentale.

Come si cura la gengivite?

Gengivite cure. La gengivite si cura con la pulizia dei denti fatta in studio insieme all’uso di collutori e gel specifici che il dentista o l’igienista dentale consiglierà dopo la seduta d’igiene orale.

Chiamaci ora

VIDEO parodontite

Cura parodontite Bari taranto

Parodontite cura e rimedi

Abbiamo due modi di approcciare la terapia parodontale: uno NON chirurgico ed uno chirurgico. Le nuove tecnologie ci hanno permesso di avvalerci sempre più frequentemente del primo metodo.

Come curare la parodontite con terapie NON chirurgiche

L’approccio NON chirurgico della terapia parodontale prevede due step:

1) La pulizia sottogengivale

2) La LASER terapia

Cura per parodontite con pulizia gengive profonda

Placca e tartaro nascondono i batteri responsabili della malattia parodontale.

Esiste un tartaro superficiale, facilmente rimovibile con gli strumenti ultrasonici, ed un tartaro più profondo (tartaro sottogengivale), che si trova adeso alle radici dei denti. Non sempre quest’ultimo può essere rimosso con gli strumenti tradizionali, ma nella maggior parte dei casi è richiesta una pulizia gengivale approfondita.

Per la pulizia profonda il dentista e/o l’igienista dentale utilizza una procedura manuale che prende il nome di “Scaling” e “Currettage gengivale”.

Entrambe le procedure sono praticate previa anestesia locale, risultando così completamente indolori.

Lo scaling (detto anche levigatura radicolare) è una tecnica che rimuove dalla radice del dente il tartaro presente in profondità. Si utilizza uno strumento manuale chiamato appunto “Scaler”. Tale procedura viene utilizzata dopo aver prima rimosso tutto il tartaro visibile con i classici strumenti ultrasonici.

Il curettage dentale, oltre ad eliminare manualmente il tartaro profondo, rimuove anche i tessuti molli infetti presenti nel solco gengivale o nelle tasche parodontali. Si utilizzano in questo caso gli strumenti manuali detti “Curette”.

parodontite rimedi

Curettage gengivale costo

I costi della pulizia gengivale profonda (curettage gengivale) sono molto variabili e dipendono da caso a caso motivo per cui è molto importante la prima visita fatta in studio. In tutti i modi possono oscillare dalle 70 ad un massimo di 250 euro per arcata.

Cura LASER per la parodontite

Parodontite laser. Da un po’ di tempo per la cura non chirurgica della parodontite abbiamo a disposizione anche il LASER. Strumento rivoluzionario e molto efficace.

Grazie alle sue peculiari caratteristiche, il Laser da un lato riesce ad eliminare i batteri responsabili dalla malattia, che non sono altrimenti raggiungibili dai farmaci, dai collutori, dagli ultrasuoni e dagli strumenti manuali (scaling denti) utilizzati per la pulizia sotto gengivale, e dall’altro contemporaneamente induce una rapida riparazione dei tessuti grazie all’effetto di biostimolazione.

Dunque l’utilizzo del laser, combinato con altre metodiche, permette pertanto di curare la parodontite (parodontite cura laser) in tutte le sue fasi senza ricorrere alla chirurgia.

Il laser genere due effetti fondamentali:

Effetto battericida. Elimina i batteri responsabili della parodontite presenti all’interno della placca dentale e delle tasche gengivali.

Effetto biostimolante. Nei tessuti irraggiati il laser induce una rapida proliferazione delle cellule riparative accelerando notevolmente il processo di guarigione.

L’efficienza del laser è basata soprattutto sull’assorbimento selettivo dell’energia luminosa da parte di alcuni materiali contenuti nei tessuti bersaglio come per esempio, membrane cellulari batteriche, emoglobina, acqua, idrossiapatite e così via.

I vantaggi di questa tecnologia sono innumerevoli: cerchiamo di sintetizzarli.

I dieci vantaggi del Laser

rimedi per parodontite

1)Tempo alla Poltrona.

Richiede nella maggior parte dei casi un’unica seduta (NON chirurgica!)

2) Rapidità di guarigione

Il laser non carbonizza i tessuti infetti asportati, ma al contrario ha un effetto biostimolante, permettendo una guarigione rapida e senza dolori.

3) Minor Fastidi

Grazie alle capacità di biostimolazione dei naturali sistemi riparatori, i disagi post operatori per i nostri pazienti sono minimi o inesistenti. È molto raro prescrivere un farmaco antidolorifico post trattamento.

4) Minor Tempo di inattività e convalescenza

La terapia con il Laser consente al paziente di tornare subito alle proprie attività quotidiane, sin dal giorno stesso.

5) Ridotta Infiammazione

Il Laser colpisce i batteri lasciando intatto il tessuto sano ed è in grado di rimuovere, dopo una sola seduta, il 90% dell’infiammazione.

6) Minimo Sanguinamento

Grazie alle proprietà di questa tecnologia siamo in grado di controllare e gestire il sanguinamento.

7) Consente di Salvare i Denti

Il Laser, insieme alla eliminazione dei fattori che innescano la malattia parodontale, consente di mantenere i propri denti naturali, evitando così le estrazioni.

8) Rigenerazione Ossea

Questo protocollo, insieme all’igiene orale professionale, è capace in alcuni casi di rigenerare parte dell’osso che stabilizza i denti.

9) Molto Sicuro

Non ci sono controindicazioni nell’uso del laser, né interazioni con farmaci. Pertanto è adatto a tutti, anche ai pazienti che assumono terapia domiciliare anticoagulante, la quale non dovrà essere sospesa.

10) Costi contenuti

La terapia con il Laser ha dei costi molto contenuti se messa a confronto con quelli di un impianto che dovrebbe andare a sostituire l’eventuale dente perso.

Conclusioni su laser e parodontite cure

La parodontosi, soprattutto quando viene diagnosticata in tempo, si può curare o comunque tenere sotto controllo. Con tecniche moderne e una tecnologia innovativa, come appunto il laser, si possono salvare denti naturali che invece, un tempo, erano dati per spacciati.

Qui sotto vediamo una lesione ossea (freccia rossa) da parodontite che guarisce (freccia verde) dopo un trattamento laser.

Parodontite terapia

Come si cura la parodontite con terapia chirurgica

Paradontite cura chirurgica. Come già detto, si ricorre all’approccio chirurgico solo quando la terapia non chirurgica non ha avuto successo o non può essere utilizzata.

Esistono varie forme di chirurgia parodontale: la chirurgia parodontale semplice, la chirurgia rigenerativa e la chirurgia estetica parodontale.

La chirurgica parodontale semplice serve a creare un accesso chirurgico per ampliare il campo visivo e poter effettuare una migliore rimozione di placca e tartaro sottogengivale. Viene praticata in situazioni estreme.

La chirurgia rigenerativa serve a chiudere con del biomateriale le tasche gengivali. Il riempimento viene effettuato dopo aver eliminato dalla tasca gengivale il tessuto infetto. Questi biomateriali, insieme all’uso di particolari membrane, stimolano la rigenerazione dei tessuti persi in seguito alla malattia parodontale.

Qui sotto potete vedere come la tasca parodontale (cerchio rosso) viene completamente riempita con del biomaterale che con il tempo si trasforma in osso naturale determinando la guarigione definitiva (cerchio verde).

Come curare parodontite grave

La chirurgia estetica parodontale utilizza degli innesti gengivali, prelevati da altre zone del cavo orale (es. il palato), per migliorare la qualità del sorriso. Questo tipo di chirurgia si effettua anche per ripristinare parte della gengiva perduta nelle recessioni e per aumentare la quota di gengiva aderente (gengiva rosa) laddove essa manchi o scarseggi.

Scarica l’ebook GRATUITO “Come si cura la parodontite”

www.paradontite.it

Clicca qui se vuoi avere un’informazione completa sulla parodontite e su come si cura.

Correlazione tra infarto e parodontite

Esiste una correlazione tra infarto e la malattia parodontale? La risposta purtroppo è .

Gli studi hanno evidenziano un legame tra tra paradentosi e disturbi cardiovascolari che si esprimerebbe attraverso due differenti meccanismi.

Un meccanismo diretto che consiste nella migrazione di batteri patogeni parodontali dai tessuti orali ad altri organi, per mezzo del torrente circolatorio (batteriemia).

Il meccanismo indiretto fa invece riferimento alla produzione, da parte dei batteri che causano la malattia parodontale, di mediatori dell’infiammazione in grado di raggiungere il sistema circolatorio e causare danni vascolari anche a distanza.

Si può dunque affermare l’esistenza di un’associazione diretta tra la malattia parodontale non curata e l’aumento del rischio di infarto del miocardio e ictus ischemico.

Diabete e parodontite

I pazienti diabetici sono più esposti alla parodontite? La risposta è .

I pazienti diabetici, soprattutto coloro che non riescono a tenere sotto controllo la glicemia, soffrono di gengivite e parodontite più frequentemente rispetto ai pazienti non diabetici. Alcuni studiosi hanno definito la parodontite come “la sesta complicanza del diabete”. Purtroppo non è stato perfettamente chiarito quale sia il meccanismo alla base di questo fenomeno.

Pertanto i soggetti con diabete devono prestare particolare cura alle proprie gengive e sottoporsi prima possibile al trattamento parodontale, qualora questa patologia venisse diagnosticata.

Complicanze in gravidanza e post-natali

Varie ricerche ipotizzano un nesso tra la malattia parodontale in gravidanza ed il rischio di parto prematuro, con tutte le conseguenze che ne possono derivare per il neonato.

Inoltre va tenuto in conto che le variazioni ormonali tipiche della gravidanza possano comportare un peggioramento dello stato di salute delle gengive, che diventa di difficile gestione qualora si dovesse partire da uno stato non ottimale.

Altre Correlazioni

 Esistono anche altre importanti correlazioni basate sul fatto che lo stato infiammatorio cronico a livello gengivale a causa della presenza di batteri, possa nuocere all’intero organismo.

Va chiarito che, sebbene la ricerca sia giunta ad uno stadio molto avanzato,

non è stata ancora accertata una inequivocabile relazione di causa-effetto tra la malattia parodontale e le patologie che si presume siano ad essa correlate.

La parodontite ad oggi non è considerata da sola una causa sufficiente per sviluppare altre patologie, ma è sicuramente un fattore di aumentato rischio di ammalarsi.

VIDEO testimonianza

Cure parodontite Bari

Dieci regole per prevenire la parodontite acuta

Per prevenire la malattia parodontale bisogna seguire alcune regole; qui sotto riassumiamo le 10 più importanti:

  1. Effettua visite di controllo ogni sei mesi dal dentista
  2. Controlla la placca dentale con le pastiglie rilevatrici di placca.
  3. Usa il filo interdentale
  4. Lava denti e gengive dopo tutti i pasti
  5. Effettua la pulizia dei denti almeno due volte l’anno
  6. Fai fare dal dentista la pulizia del tartaro sottogengivale
  7. Smetti di fumare o riduci al minimo il numero delle sigarette
  8. Non usare lo stuzzicadenti ma gli scovolini
  9. Rimuovi le vecchie otturazioni se hanno dei problemi
  10. Sistema le vecchie protesi che creano infiammazioni croniche alle gengive

Parodontite cura definitiva?

La parodontite se curata in tempo regredisce fino alla guarigione completa. Non curata, invece, è una malattia cronica e rapidamente progressiva, che può portare alla mobilità dentaria fino alla comparsa della PIORREA e quindi alla perdita dei denti. Si può definire “guarigione” anche quando la malattia parodontale viene tenuta sotto controllo.

Ovviamente per ottenere successi duraturi (definitivi) nel tempo è necessario osservare scrupolosamente le sedute di richiamo del dentista parodontologo e/o dell’igienista.


Modalità di pagamento 

Anche se la cura della parodontite non ha un costo elevato abbiamo previsto diverse modalità di pagamento tra cui la possibilità di pagare poco per volta senza sottoscrivere alcun finanziamento dilazionando il totale in un anno con ZERO interessi e ZERO costi!

parodontite prezzi

E’ possibile pagare anche con una rateizzazione maggiore, fino a 84 mesi, accedendo ad un finanziamento (elaborato direttamente in studio), tramite società finanziarie convenzionate, con INTERESSI  AGEVOLATIZERO ANTICIPO. 


Argomenti correlati alla parodontite


Come fissare un appuntamento

Ci contatti per ulteriori informazioni o per un appuntamento ad uno dei seguenti recapiti telefonici: +39 080.3483891 (Gioia del Colle – Bari);+39 320.7513223 (Martina Franca – Taranto);  numero verde800.912361. Oppure compili gentilmente i campi qui sotto, in modo da avere le necessarie informazioni per contattarla nel più breve tempo possibile e fissare il suo appuntamento con il nostro studio. Nel corpo del messaggio, se vuole, specifichi il suo problema e le eventuali richieste terapeutiche. Grazie.

Il tuo nome*

Il tuo cognome*

La tua email*

Il tuo telefono cellulare*

Città*

Scegli la sede dello studio*

Richiesta appuntamento: il tuo messaggio

, accetto la privacy policy di questo sito*

, desidero ricevere ulteriori informazioni in merito alla richiesta*

*campi obbligatori

 



separator

Condividi

Studio Dentistico Resta located at Via Dante Alighieri, 78 , Gioia del Colle (Bari), Puglia . Reviewed by 15 Recensioni rated: 5 / 5