CHIAMACI ORA

Siamo a Gioia del Colle (Bari) e a Martina Franca (Taranto)

Numero Verde 800 912361
divider

Gengive ritirate

separator

Gengive ritirate

Gengive ritirate: cosa s’intende?

Per gengive ritirate si definisce quel processo che scientificamente prende il nome di recessione gengivale si intende quel processo per cui le gengive si spostano in direzione della radice, facendo apparire il dente più lungo anche se in realtà si tratta solo della sua “scopertura”.

Che problemi determina la gengiva ritirata?

Le gengive che si ritirano possono favorire i seguenti problemi:

  • formazione di carie radicolari (carie che interessano la radice del dente)
  • usura del colletto dente
  • aumento della sensibilità in seguito a stimoli termici e chimici
  • problemi estetici: i denti sembrano più lunghi e più gialli
  • aumenta lo spazio interdentale;
  • maggiore accumulo di placca e tartaro che può determinare l’insorgenza della parodontite (malattia dei tessuti di sostegno del dente)

Le gengive che si ritirano è un processo che si riscontra soprattutto con l’avanzare dell’età in quanto parte di un fisiologico processo di invecchiamento anche se una retrazione più o meno grave può interessare prematuramente soggetti di qualsiasi età.

Sebbene tutti i denti possano essere colpiti dalla retrazione gengivale, quelli più spesso coinvolti sono i canini ed i premolari.

Cause della recessione gengivale

Igiene orale domiciliare non corretta

Spazzolare i denti energicamente, in maniera errata e con uno spazzolino a setole dure determinano quei traumi meccanici alle gengive che sono alla base della retrazione gengivale.

Fumo

Il calore e le sostanze che si sprigionano durante la combustione del tabacco causano problemi al microcircolo ematico che irrora la gengiva determinando un’alterazione dell’apporto delle sostanze nutritive alle gengive e all’osso.

Bruxismo

Il digrignamento dei denti (bruxismo) sprigiona delle forze eccessive che creano traumi in conseguenza dei quali le gengive di ritirano.

Placca e tartaro sopra e sotto gengivale

La presenza di placca e tartaro sia di quello sotto che sopragengivale favorisce l’accumulo di batteri e quindi l’insorgenza di un’infiammazione cronica con conseguente ritiro di osso e gengiva (parodontite). Nei soggetti particolarmente predisposti è sufficiente anche la presenza di poco tartaro sottogengivale, quello invisibile, per innescare la retrazione gengivale. Inoltre, la retrazione gengivale può favorire la formazione delle tasche gengivali. Il mancato uso del filo interdentale può favorire l’accumulo di placca e tartaro.

Denti storti

La presenza di denti storti, malocclusioni dentali ed affollamento dentale impediscono un’igiene orale domiciliare corretta e pertanto possono innescare le retrazioni gengivali.

Particolare predisposizione genetica

Alcuni individui hanno per motivi genetici la gengiva particolarmente sottile e fragile (biotipo gengivale sottile) e che quindi tende facilmente a ritirarsi.

Cause ormonali e farmacologiche

La menopausa, la gravidanza, l’assunzione di alcuni farmaci possono innescare delle variazioni ormonali alla base di alcune retrazioni gengivali.

Carenza di vitamina C (Scorbuto)

La retrazione gengivale può essere anche dovuta a carenze di vitamina C che è alla base di una malattia che prende il nome di scorbuto. A causa del miglioramento delle condizioni di vita questa patologia è diventata molto rara nei cosiddetti paesi industrializzati.

Piercing al labbro o alla lingua

La presenza di un piercing al labbro o alla lingua possono danneggiare le gengive per via del loro sfregamento contro di esse.

Altre cause

Altre cause comprendono disturbi alimentari come la bulimia e l’eccessivo consumo di bevande e cibi acidi (aceto, spremute di agrumi, etc…)
Chiamaci ora

Guarda il VIDEO che descrive la cura per le gengive ritirate

Gengive ritirate

Sintomi delle gengive ritirate

Il ritiro delle gengive non è un fenomeno che si manifesta improvvisamente, da un giorno all’altro. La recessione gengivale è il risultato finale di una serie di comportamenti errati e/o disturbi cronici che progressivamente spingono la gengiva verso la radice del dente.

Pertanto i sintomi più frequenti sono l’aumento della sensibilità, problemi estetici (il dente sembra più lungo e più giallo; aumentano gli spazi interdentali), l’insorgenza di processi cariogeni e la comparsa di alitosi.

Negli stadi avanzati, la regressione gengivale può causare lo spostamento dei denti e addirittura la loro perdita (piorrea).

Gengive ritirate prevenzione: 5 regole importanti

  1. Spazzolate i denti con calma utilizzando la tecnica corretta. È consigliato l’uso dello spazzolino elettrico e del filo interdentale.
  2. Meglio non fumare. Oltre a tutelare il vostro cuore ed i vostri polmoni smettere di fumare può salvare le vostre gengive ed i vostri denti.
  3. Ogni sei mesi fatevi vedere dal vostro dentista per un controllo e per un’igiene professionale per eliminare sia il tartaro sopragengivale che quello sottogengivale. Fatevi dire se siete particolarmente predisposti alle recessioni gengivale (biotipo gengivale sottile o spesso?) e se a casa usate bene lo spazzolino.
  4. Curate il bruxismo con un bite o con altre metodiche.
  5. Sistemate i denti con un apparecchio ortodontico. Oggi non è più un tabù mettere un apparecchio ai denti anche negli adulti, esistono gli apparecchi invisibili.

Gengive ritirate cura (LASER terapia)

In alcuni casi, soprattutto negli stadi iniziali, eliminando le cause le gengive ritirate ricrescono. A volte oltre a correggere le abitudini errate, per risolvere il problema, può essere necessario fare un’accurata igiene professionale associato ad un trattamento LASER (laser terapia).

Gengive ritirate rimedi chirurgici

Quando invece le recessioni gengivali sono in una fase molto avanzata si deve necessariamente ricorrere alla chirurgia per recessioni. La chirurgia, tuttavia, è abbastanza semplice ed indolore; si preleva la gengiva dal palato (zona in cui è presente in abbondanza) e la si posiziona nella zona che necessita di ricopertura. Bastano 15 giorni circa affinché le gengive ritirate tornano normali. Ovviamente se non si eliminano le cause, il ritiro delle gengive può recidivare.

Gengive ritirate

Recessione gengivale costo

Per poter parlare di costi è indispensabile effettuare una visita in studio in quanto è necessario valutare le tante variabili che ogni paziente può avere. In tutti i modi possiamo rassicurarvi che il costo per risolvere questo tipo di problema è assolutamente contenuto.

Scarica l’ebook gratuito sui problemi legati alle gengive

Restringimento gengive

Clicca qui se vuoi avere un’informazione completa sulle malattie di denti e gengive.


Argomenti correlati al Ritiro delle gengive


Come fissare un appuntamento

Se vuole ci contatti per ulteriori informazioni o per un appuntamento ad uno dei seguenti recapiti telefonici: +39 080.3483891 (Gioia del Colle – Bari);+39 320.7513223 (Martina Franca – Taranto);  numero verde800.912361. Oppure compili gentilmente i campi qui sotto, in modo da avere le necessarie informazioni per contattarla nel più breve tempo possibile e fissare il suo appuntamento con il nostro studio. Nel corpo del messaggio, se vuole, specifichi il suo problema e le eventuali richieste terapeutiche. Grazie.

Il tuo nome*

Il tuo cognome*

La tua email*

Il tuo telefono cellulare*

Città*

Scegli la sede dello studio*

Richiesta appuntamento: il tuo messaggio

, accetto la privacy policy di questo sito*

, desidero ricevere ulteriori informazioni in merito alla richiesta*

*campi obbligatori


separator

Condividi

Studio Dentistico Resta located at Via Dante Alighieri, 78 , Gioia del Colle (Bari), Puglia . Reviewed by 15 Recensioni rated: 5 / 5